Il Laboratorio

Perché laboratorio e non studio di progettazione?

Perché sin dai tempi dell’università mi sono sempre sentito più un artigiano che non un teorico dell’architettura.

Perché mi piace sporcarmi le mani, sperimentare e non dare mai niente per scontato.

Perché ritengo che ogni nuovo progetto sia una sfida, e che questa sfida vada vinta con armi sempre diverse a seconda dei casi e delle circostante.

Perché ritengo che in questo nobile mestiere non esistano regole assolute incontrovertibili da replicare all’infinito,ma ingredienti che, miscelati con le giuste proporzioni e calibrate insieme ai committenti, siano di volta in volta in grado di realizzare i loro sogni e le loro aspirazioni.

Perché il laboratorio è il luogo fisico esistente più vicino alla magia.